Ecco il Metaverso di YouTube: ma anche NFT, Podcast, Live e Smart TV! [Versión Española]



YouTube vuole entrare nel trend del momento, quindi spara a raffica Web3, NFT, Blockchain e Metaverso, giusto perché deve farlo.

Ma sotto sotto ci piazza 3-4 news che sono una BOMBA. Sia per Creator che per chi fa Consulenza.

Aggiorniamoci!

_______________
INDICE
00:00 Opening
00:36 Il Metaverso di YouTube: Web3, NFT, Blockchain
02:43 La rivoluzione parte dalla Smart TV
04:40 I Podcast su YouTube
05:55 Live Together
06:56 YouTube Insight
07:16 Le parole del futuro di YouTube
09:12 Altre funzionalità da usare

È nata la mia Newsletter!
FastLetter: Una fonte buona dalla quale aggiornarsi
https://giorgiotaverniti.substack.com/

Per seguire FastForward:
Su YouTube: iscriviti e attiva la campanella 🔔 http://bit.ly/IscrivitiAlCanale

Telegram (con approfondimenti e link utili): http://bit.ly/TelegramFF

Podcast
Spotify: http://bit.ly/SpotyFF
Spreaker: http://bit.ly/2E7xIyi
Apple Podcast: https://apple.co/2G2shC2
Google Podcast: http://bit.ly/2XvRDhB

CONSIGLI AMAZON
https://amzn.to/2BVlveL

——————————-
☆ Su Connect.gt potete approfondire qualsiasi argomento legato al web https://connect.gt ☆

☆ Sul Master Club potete trovarci in giro per l’Italia con i nostri eventi, oppure seguire la formazione online http://www.gtmasterclub.it/ ☆

Youtube

About Meta

Compruebe también

2115: Over – What is Augmented Reality and Why Does the Metaverse Need It? [Versión Inglesa]

As Google announces its intention to test new AR glasses prototypes, the reality that AR …

5 comentarios

  1. Ti ricordi Giorgio, quando in epoca lockdown parlavo di Blockchain come futuro e alcuni tuoi colleghi o frequentatori del forum sorridevano come se fossi un sognatore e proseguivano con la loro "informazione di Sistema" legato alle vecchie dinamica dei Big Tech?
    Ora direi che il momento è giunto.
    Chi ancora parla di Analytics 4, di twitch, di social marketing con Facebook, oramai è spacciato, perché non ha ancora neanche intravisto il futuro che sta già arrivando.
    YouTube e Tik Tok sopravvivono perché sono il formato emergente, cioè il video, ma ci sono già alternative decentralizzate.

    Secondo me i Big proveranno a cavalcare l'onda, ma è un'onda che non potranno mai controllare, perché sarà decentralizzata e basata sulla proprietà dei contenuti, come dicevi tu nei precedenti video, e sul rispetto della privacy.

    Facebook meta ha provato ha creare un suo ecosistema Metaverso e crypto, e il prezzo che sta pagando lo hago secondo me analizzato molto bene nel tuo video precedente.

    Google fallirà ugualmente e piano piano chi crea contenuti valorizzerà la proprietà, ma dovrà anche rinunciare alla monetizzazione basata sulla costante violazione della privacy delle Big Tech trovando, cosa che è già possibile nei social basati su Blockchain, meccanismi di ricompensa differenti, più equi e che valorizzeranno che usa, come era in origine, lo strumento internet per condividere gratuitamente la propria conoscenza avendo in cambio uno spontaneo scambio con il proprio pubblico.

    Un'intenet davvero migliore, libera e basata sulla condivisione e non sui guadagni, che a volte sembrano l'unico scopo di questi patetici creator/infliencer.

  2. La rivoluzione più grande, sopratutto dal punto di vista algoritmico, è la possibilità – finalmente – di poter interagire con i video visti alla smart TV. Sono convinto che questo importante cambiamento spingerà in modo impressionante tutti quei contenuti di approfondimento. Per intenderci a trarne maggior beneficio – ed era ora – saranno i video lunghi di qualità. Dal mio punto di vista questo cambiamento porterà anche un ridimensionamento del valore del traffico da mobile. Staremo a vedere.

  3. Giorgio, youtube diventerebbe l’asso prendi tutto, video, ti, podcast, marketing, shopping…..

  4. Ciao Giorgio. Ma le live saranno possibili solo da due creator o anche da più creator? Grazie per gli spunti e info importanti che porti all'attenzione di chi lavora , si interessa o lavorerà in questo contesto.

  5. Ciao Giorgio, in realtà al momento i gamer sono forse una delle audience più avverse al "metaverso" e agli NFT. Un po' perché sono refrattari al cambiamento molto più di quello che si pensa un po' perché al momennto molti metaversi sembrano la versione scema di giochi di decine di anni fa.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.